Il termine essenza significa «ciò per cui una certa cosa è quello che è, e non un'altra cosa»

L'essenza quindi sta ad indicare quelle determinazioni di una cosa, che ne costituiscono la natura; psicologicamente parlando corrisponde alla particolare visione della realtà.

L'essenza quindi è il fondamento del ciò che realmente è e in base a cui si differenzia da tutte le altre cose.
Mentre le caratteristiche sensibili della cosa mutano l'essenza permane sempre identica a sé stessa.

L'essenza può essere anche intesa come la possibilità che ha un essere di tradurre la sua vita potenziale in vita attuale, in esistenza, di migliorare la materia rozza che lo compone facendole assumere una forma sempre più elevata.

Ti è mai capitato, ad esempio, di ritrovarti in un momento particolare della tua vita e dire: “Sono stanca di questa vita, non mi piaccio più, mi sto lasciando andare… non sono più me stessa!” 

A dire il vero non è che sei stanca di tutto ciò che ti sta intorno, ti senti  solamente non soddisfatta di te stessa, non realizzata, non hai obiettivi, ti metti in secondo piano quando invece non ti rendi conto che se non ti senti bene tu, nel tuo corpo, non puoi far star bene nemmeno chi ti sta vicino.. e allora ecco che nella tua mente scatta qualcosa: “È arrivato il momento di pensare a me stessa!”

Ecco, questo è proprio il momento in cui sei determinata e pronta ad affrontare la tua vera Essenza, a riscoprire te stessa, a riprendere in mano ciò che eri e che hai messo da parte per un certo periodo. 

Scoprire la propria naturale essenza è un passo che richiede molto  coraggio ma è allo stesso tempo il modo per intraprendere un percorso che ti porterà ad un elevato valore di te stessa.

È successo anche a me anni fa.
Mi sono ritrovata a vivere una vita che non sentivo più mia, c’era qualcosa che non mi faceva stare bene, avevo bisogno di fare di cambiamenti.

Dal punto di vista professionale facevo un lavoro che adoravo, prendermi cura del benessere e della bellezza delle persone è stato sempre il mio principale obiettivo. Il lavoro non mi pesava, anzi, quando il lavoro è una passione continui ad approfondire, a studiare, a conoscere nuove alternative… ma c’erano alcune cose che non mi facevano sentire in armonia con la mia naturale Essenza.

Fu allora che mi avvicinai alla consulenza di immagine e alla consapevolezza di quanto potesse fare e cambiare una persona la comunicazione non verbale attraverso l’immagine esteriore di noi stessi.

Tutti pensano che il benessere arrivi da un profondo lavoro di introspezione, ed è vero. Ecco perché mi sono avvicinata alla meditazione, all’antroposofia, alla psicosomatica.

Ma non immagini quanta autostima, determinazione e sicurezza ti possa dare invece la valorizzazione della tua immagine.

La comunicazione non verbale parla di te, già dal primo incontro con una persona; come ti vedono gli altri, come ti proponi, come parli, come ti vesti, come ti trucchi, il tuo taglio e colore di capelli, il tuo tono di voce…  trasmette ciò che sei.

E tornando alla definizione di “Essenza” …«ciò per cui una certa cosa è quello che è, e non un'altra cosa»… credi di essere veramente ciò che sei?
E in cosa ti differenzi dagli altri?

Con il mio lavoro ti porterò alla scoperta della vera Te Stessa attraverso un percorso studiato appositamente per te.

Ti accompagnerò nel tuo percorso di consapevolezza e conoscenza di te stessa attraverso vari servizi come la riflessologia psicosomatica, l’armocromia, cioè lo studio dei colori che valorizzano il tuo viso creando un effetto lifting naturale, lo studio del viso e del corpo consigliandoti abiti e accessori indicati in base la tua morfologia, piccoli lezioni di autotrucco, di beauty routine e tanto altro. 

E tu... Sei convinta ora che la tua immagine rappresenti ciò che sei?

Mara

I 5 RITI TIBETANI

L'elisir di lunga vita - la chiave per ottenere giovinezza, salute e vitalità durature

I cinque riti tibetani, conosciuti anche semplicemente come I cinque tibetani, sono una serie di esercizi (secondo alcuni riconducibili allo yoga) che furono divulgati per la prima volta da Peter Kelder nel suo opuscolo "The Eye of Revelation”.
Kelder racconta di essere venuto a conoscenza dei riti da un colonnello in pensione dell'esercito britannico, il quale avrebbe scoperto un misterioso e remoto monastero nella regione himalayana i cui monaci erano a conoscenza del segreto della "fonte dell'eterna giovinezza". Il segreto consisterebbe nella pratica quotidiana di cinque esercizi (detti "riti"), i quali vengono descritti nel libro insieme ad alcuni altri brevi insegnamenti circa l'alimentazione e lo stile di vita.
Nel racconto di Kelder il soggiorno nel misterioso monastero tibetano aveva letteralmente trasformato il colonnello da un signore anziano, curvo e quasi calvo, in un uomo sano e forte dall'aspetto di un quarantenne. I cinque riti si propongono infatti, attraverso l'armonizzazione dei sette chakra principali, come un mezzo efficace per raggiungere non solo la piena salute fisica, ma anche un vero e proprio ringiovanimento, sia a livello di energia che di aspetto fisico.
Nel libro sono riportate lettere di testimonianza da parte dei lettori che hanno messo in pratica i riti, i quali affermano di aver ottenuto da essi innumerevoli benefici, dalla ricrescita dei capelli al miglioramento di vista, memoria, potenza sessuale, elasticità, energia in generale.

“Cosa mi serve?” Un tappeto, un abbigliamento comodo e… nessuno che vi disturbi!

“Dove?” Ovunque!

“Quando?” Preferibilmente la mattina a digiuno.

“Quanto tempo mi serve?” All’inizio 10 minuti, arrivando a 20 minuti.

"Quante ripetizioni devo fare per ogni esercizio?” Inizia con 3 ripetizioni, aumentando piano piano fino ad arrivare a 21 ripetizioni per ogni esercizio.

“Funzionano davvero?”  C’è solo un modo per scoprire se i cinque riti hanno davvero un effetto ed è quello di provarli!

Iniziamo:

1 RITO TIBETANO:

Stando in piedi, con le gambe leggermente divaricate, solleva le braccia all’altezza delle spalle, tenendole parallele al tappeto. Fissa un punto fermo di fronte a te e inizia a ruotare in senso orario lentamente, mantenendo i piedi ben aderenti a terra. Inizia con 3 giri.

2 RITO TIBETANO:

Distenditi sulla schiena, mantenendo le braccia lungo i fianchi, appoggia le mani al pavimento e, inspirando, solleva contemporaneamente la testa portandola verso il petto e le gambe verticalmente, tenendo i piedi a martello. Dovrai formare un angolo retto rispetto al suolo. Espirando torna a terra. Inizia sempre con 3 ripetizioni.

3 RITO TIBETANO:

Posizionati in ginocchio, con l’appoggio sugli avanpiedi, busto eretto e bacino sulla linea delle ginocchia. Appoggia le mani sui glutei, inarca la schiena portando indietro il collo senza spostare il bacino. Ritorna al punto di partenza espirando e abbassando la testa in avanti. 3 ripetizioni all’inizio.

4 TIBETANO:

Si parte da seduti con le gambe tese in avanti, il busto eretto e le mani appoggiate a terra di fianco al bacino. Inspirando, si porta il bacino verso l’alto spingendo con le mani, tenendo i talloni come punto fermo appoggiare tutto il piede a terra, facendo una sorta di ponte. I piedi e le mani non cambiano mai di posizione. Ritornare nella posizione di partenza. inizia sempre con 3 ripetizioni.

5 TIBETANO:

Inizia stando a quattro zampe, spostando leggermente le mani in avanti rispetto alle spalle espira e sollevati, assumendo la posizione di una V rovesciata. Dovrai mantenere le piante dei piedi e i palmi delle mani ben saldi a terra, mentre braccia e gambe saranno tese. Inspira e riabbassa il bacino senza toccare terra, espira e sollevalo nuovamente. Ricordati, non più di 3 ripetizioni all’inizio.

Nonostante i riti dei cinque tibetani non siano mai stati ufficializzati, la sua pratica ha senza dubbio un numero incredibile di benefici psicofisici, ma come tutte le pratiche dello yoga, se vuoi ottenere risultati e benefici, è importante che questa pratica venga effettuata con regolarità e costanza, meglio se tutti i giorni.

LIVING CORAL... un'immersione nel mare Caraibico.

Non so se avete mai fatto un' immersione in mezzo a questi coralli, ma non è quello che vi verrebbe voglia di fare nel vedere questo colore? Se non avete mai provato, vi assicuro che è un'esperienza incredibile!

Pinterest

I colori hanno un potere straordinario: possono interagire con le nostre emozioni e trasmettere delle sensazioni.
Il corallo è vita e influenza direttamente l'anima!

Come nasce questo colore?
Secondo Pantone, l'azienda americana che si occupa di tecnologie per la grafica, della catalogazione dei colori e della produzione del sistema di identificazione di questi ultimi, Living Coral è il colore che rappresenta il 2019. Ormai Pantone è diventato un colosso per quanto riguarda la creazione e classificazione dei colori.
Laurie Pressman, vice presidente dell'azienda, ci parla del motivo di questo colore: "questo colore nasce in un momento così delicato per l'ambiente, dove i cambiamenti climatici stanno sbiancando le barriere coralline cancellando i loro arcobaleni".
Un colore che guarda tematiche importanti e che porta l'attenzione vero le problematiche ambientali.

Che significato psicologico ed emotivo ci offre questo colore?
È un colore caldo, gioioso, un colore che ci incanta.
È vivace, infonde ottimismo e gioia. Lo vediamo ovunque, sui social, nei negozi, tutti ne parlano, è solare, trasmette energia, dona luminosità, voglia di spensieratezza e ottimismo, insomma un colore che attira positività e serenità.

Pinterest

COME INDOSSARLO?
È semplice… osservate la natura come mescola i colori, immaginatevi l’oceano Caraibico con i suoi colori avvolgenti e... tuffatevi!

LIVING CORAL TOTAL LOOK...
Un abito femminile, una jumpsuit in seta, un tailleur giacca lunga su un pantalone cropped ampio alla caviglia, un pullover in cashmere su un pantalone maschile misto lana, un blazer su un pantalone a vita alta, una gonna in tulle su una giacca corallo stile Chanel... il total look è sempre d'effetto!
Bellissimi i tessuti in seta o in crèpe de chine sempre di seta; sono tessuti leggeri e la sensazione è piacevole. Uno più luminoso e uno leggermente più opaco, ma tutti e due donano una sensazione bellissima al tatto. Naturalmente bisogna valutare la morbidezza del tessuto e adattarlo alla morfologia della persona (ma questo lo vedremo in un altro articolo).
Con questo look trasmetterete sicuramente una personalità carica di energia con uno stile sofisticato, raffinato ed elegante.

Pinterest
Pinterest
Pinterest
Pinterest
Pinterest
Pinterest

LIVING CORAL CON I COLORI BASE...
Abbinate il Living Coral anche a un colore neutro come un beige o un bianco. Io lo adoro! Il beige, crema o un colore naturale trasmettono quella sensazione di semplicità e naturalezza, di concretezza ed eleganza insieme. Il bianco dona quella sensazione di classe e di leggerezza nello stesso tempo. So che tante di voi preferiscono il nero, ma se abbinate il Living Coral al nero, freddo e scuro, si spegne e rattrista un po l'effetto solare e luminoso che trasmette questo colore dal tono caldo.
Consiglio di abbinarlo piuttosto ad un jeans.

Pinterest
Pinterest
Pinterest
Pinterest
Pinterest
Pinterest

LIVING CORAL E TURCHESE...
L'abbinamento che contrasta e illumina il Living Coral invece, è il suo complementare: il turchese!
È l'abbinamento perfetto! Una collana di pietre turchesi è un fantastico alleato; ravviva l'outfit, dona quel tocco di colore in più e ci illumina gli occhi, proprio come l'effetto che ci trasmettono i colori naturali della barriera corallina.

In questo modo anche una persona dal sottotono di pelle freddo può introdurre nel suo guardaroba il corallo (che ricordo è un colore caldo). Come? Abbinando una camicia verde greenery o azzurra cerulea (i suoi complementari divisi) o un foulard sempre sugli stessi toni o un tono analogo sul rosa.

Pinterest
Pinterest
Pinterest
Pinterest
Pinterest

LIVING CORAL ABBINATO AL ROSSO E ALL'ORO...
Essendo un colore caldo, l'abbinamento col rosso fa parte dell'armonia analoga sulla ruota dei colori (nel corso di colorimetria apprenderete le varie armonie e come abbinare i colori tra loro).
Per quanto riguarda l'oro, i colori caldi richiamano l'oro e non l'argento; ecco anche perchè il Living Coral risalta maggiormente su un'abbronzatura dorata che su una tonalità olivastra!

Pinterest
Pinterest
Pinterest
Pinterest

PER QUANTO RIGUARDA GLI ACCESSORI... sbizzarritevi!
Io personalmente amo il corallo su abiti dai colori neutri come il beige.
Un sandalo o una décolleté corallo sotto un jeans, un pantalone bianco o beige, vi darà quel tocco di colore e femminilità.
Se invece siete più sportive e avete intenzione di acquistare una scarpa per il vostro tempo libero... optate per il color corallo; passeggiate all'aria aperta, corsa, tennis... è necessaria una carica di energia, no? E cosa meglio del Living Coral?

Pinterest
Pinterest
Pinterest

HAIR & MAKEUP...
Abbiamo detto che questo colore è caldo e quindi naturalmente starà magnificamente e metterà in valore chi ha una carnagione tendente al dorato; ma qui sfatiamo il mito di utilizzare sempre caldo su caldo e freddo su freddo, perché quando parliamo di capelli o trucco se vogliamo mettere in contrasto il colore degli occhi verdi o azzurri su una carnagione fredda dobbiamo optare per un colore caldo e luminoso come il Living Coral.
La stessa cosa vale per il colore dei capelli: se vogliamo "scaldare" una carnagione fredda andremo a fare dei riflessi caldi.
Osservate un po'....

Pinterest
Pinterest

LIVING CORAL WEDDING...
Solo per le damigelle o per gli invitati, la sposa resta in bianco!
Quest'anno anche per quanto riguarda i matrimoni il corallo sarà un privilegiato, senza strafare naturalmente ma preferendo un abito Living Coral delicato e che richiama romanticismo. L'abito monospalla oltretutto è una tendenza del 2019! Bello vero?

Pinterest
Pinterest
Pinterest

Anche voi vi siete innamorate di questo colore?

Vi ricordo che con lo studio personalizzato dei vostri colori potrete capire quali colori vi appartengono, quali colori avvicinati al viso vi valorizzano e in più apprenderete alcuni consigli che, con semplicità e risparmio, vi permetteranno di effettuare il vostro shopping con più consapevolezza.

Imparerete a scegliere ciò che vi sta bene e non solo ciò che vi piace!

Bisous
Mara

“Una persona non è giovane dopo i quarant’anni ma può essere irresistibile a ogni età”…

Si guarda al passato e si pensa al futuro, ma quello che sarete tra qualche anno dipenderà solo da come vivrete ora il presente; a 50 anni c’è una vita tutta da reinventare, e quando una donna sta bene con se stessa, il fascino è indiscusso.

Dopo i 50 anni si sa che il corpo subisce tutta una serie di rallentamenti e mutamenti e quindi occorre un po’ più di impegno e volontà se si vuole raggiungere degli obiettivi. 

Scegliete di essere una persona unica! 

Eccovi dei piccoli accorgimenti che possono essere da stimolo per riprendersi cura di se stesse.

Credit Pinterest

1. SPORT: Prendete del tempo per fare attività fisica, almeno 3 volte la settimana sarebbe formidabile, ma bisogna iniziare a pensare allo sport come un investimento a lungo termine. A 50 anni il metabolismo rallenta e occorre stimolarlo. Il tennis, il ciclismo, il running, lo yoga, il nuoto… scegliete uno sport che diventi la vostra passione, da fare da soli o in compagnia, o perché no, col vostro cane!

Credit Pinterest

2.  RITUALE DI BELLEZZA: Dedicate 30 minuti al giorno alla cura del vostro corpo, soprattutto la sera prima di andare a dormire. Chiudetevi in bagno, accendete una candela, un po’ di musica zen e prendetevi cura del vostro corpo: iniziate con lo struccarvi per bene, occorre togliere quella patina di smog e polvere invisibile che si è appoggiata sul vostro viso durante il giorno, oltre il trucco, e quindi fare in modo che sia libera e che “respiri”. Una doccia calda o un bel bagno rilassante, una buona crema nutriente su tutto il corpo, contorno occhi e labbra e un buon siero sul viso e… ecco fatto! Non vi sentite più fresche e rilassate? Pronte per concedervi un po’ di lettura e coccole!

Credit Pinterest

3.  DALL’ESTETISTA: Prendete appuntamento dall’estetista o massaggiatrice personale per un massaggio profondo dei muscoli del viso e un massaggio personalizzato al corpo: tutte le settimane o ogni 15 giorni sarebbe perfetto per mantenere attivata la circolazione sanguigna e linfatica e di conseguenza ritrovare più elasticità della pelle. Un peeling al corpo invece, una volta al mese sarà sufficiente per il rinnovo cellulare. Non dimenticate di fare invece un buon pedicure ogni 20 giorni; eh già, anche in inverno, anche se i vostri piedi restano nascosti nelle scarpe; ricordatevi che sono il pilastro del vostro corpo!

Credit Pinterest

4. CAPELLI: I primi capelli bianchi che sbucano, beh si… effettivamente diciamo che non fanno tanto “chic”! C’è un urgente bisogno di correre al riparo, a meno che non siano tutti bianchi! Per trovare lo stile adatto e di conseguenza il taglio di capelli che vi valorizza occorre prendere un appuntamento da un consulente d’immagine che collaborerà col parrucchiere, vi consiglierà sul colore che vi valorizzerà in base al sottotono e contrasto della pelle e sul taglio di capelli in base alla morfologia del viso e personalità. Ricordatevi che i capelli lunghi ad una certa età possono facilmente invecchiare!

Credit Pinterest

5. ALIMENTAZIONE: Un’alimentazione sana ed equilibrata è molto importante a 50 anni. Con la menopausa è più difficile mantenere un fisico in forma ed è importante fare molta attenzione a cosa mangiamo, agli effetti benefici e alle quantità. Consiglio tanta verdura e frutta, prodotti ricchi di fibre, pesce e tanta acqua. Un aiuto? Quando andate a fare la spesa, evitate le corsie dei dolci e preferite i prodotti a km zero!

Credit Pinterest

6. ABBIGLIAMENTO: Cercate di adattare il vostro abbigliamento alla vostra età! Bisogna fare molta attenzione nel portare una minigonna o dei tacchi vertiginosi a 50 anni… non avranno lo stesso effetto di quando avevate 20 anni! Fatevi consigliare dal consulente d’immagine che saprà valutare gli outfit che più vi si addicono in base alla vostra personalità e stile di vita, secondo degli studi sul colore, morfologia e stile.

Credit Pinterest

7. MAKEUP: Il trucco vi donerà più charme, vi farà partire con quella marcia in più la mattina, vi regalerà autostima e determinazione, ma ricordatevi che non ci si trucca per nascondere l’età ma per valorizzarsi. Le vostre rughe sono i segni del tempo che è passato, sono le vostre esperienze che avete vissuto, fanno parte della vostra vita; imparare ad accettarle è importante. Vi hanno segnato il viso ma ricordate che il benessere arriva dall’accettazione di voi stessi. 

Credit Pinterest

8. POSTURA: La postura del corpo è molto importante: testa alta, petto in fuori, schiena ben dritta, spalle indietro… determinazione, eleganza, sicurezza, autostima… faranno di voi una donna molto affascinante. Attenzione però ai tacchi alti: se non li sapete portare naturalmente senza fare fatica, pensateci due volte prima di comprarli! 

Credit Pinterest

9. BALLO:  Ballate! Ballate! Ballate! Il ballo ringiovanisce! Salsa, tango, danza del ventre, balli di sala… a voi la scelta! Il ballo aiuta a staccare la testa dai nostri pensieri; è divertente, sensuale, a volte considerato come uno sport. E poi, chissà… potreste conoscere l’amore della vostra vita ballando!

Credit Pinterest

10. LETTURA E MEDITAZIONE: Leggete! La lettura stimola il cervello ma diminuisce il nostro stato di ansietà e di stress. Un romanzo può semplicemente trasportarci in un altra dimensione e farci stare bene. Meditare regolarmente permette di ridurre il livello di stress col quale si convive quotidianamente. Quindi è automatico: se si diminuisce il livello di stress, la pelle sarà meno aggredita dall’interno, risulterà più rilassata e distesa, le rughe si attenueranno. Questo oltretutto è anche un buon modo per eliminare gli eccitanti o calmanti i più nefasti tra cui il caffè e le sigarette!

Credit Pinterest

SEGUIMI SU INSTAGRAM

CONTATTI

L'Essence de L'Image, Via Repubblica 49 25017 Lonato del Garda (BS)

Email: maradimetto@gmail.com
Mobile/Whatsapp: +39 391 7196215
Tel: +39 030 5240084

SEGUIMI SU FACEBOOK

PARTNERS

Privacy PolicyCookie Policy
magic-wandeyebookusercartphonediamondbriefcase